11 giugno 2019 – MILANO –

c/o ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda – Piazza dell’Ospedale Maggiore, 3 – 20162 Milano

Oggi si stima che in Lombardia l’impatto del diabete mellito tipo 2 conta circa 470.000 pazienti affetti (di cui il 64% adulti, 21% anziani e 14% bambini); 1 paziente su 3 ha complicanze cardiovascolari e la mortalità cardiovascolare presenta un tasso del 23 % (a fronte del 34% di dati nazionali).
Ad oggi i dati della letteratura supportano l’utilizzo di nuove categorie farmacologiche (SGLT-2 i) per il diabete in prevenzione secondaria per la riduzione degli eventi di scompenso cardiaco, le reospedalizzazioni e la mortalità cardiovascolare. L’utilizzo di questi nuovi farmaci e il loro meccanismo d’azione non ancora completamente noto suggeriscono un cambio di mentalità sulla gestione del paziente diabetico con scompenso cardiaco al fine di ridurre i costi legati ai giorni di degenza alle reospedalizzazioni e al post ricovero.
Risulta quindi fondamentale come primo step di intervento in ambito ospedaliero la creazione di linee guida e procedure da parte di un team multidisciplinare composto da diversi specialisti (diabetologo/endocrinolgo e cardiologo e internista) per la gestione di tale paziente nel passaggio tra il setting acuto e successivamente il setting territoriale (continuità assistenziale con i medici di medicina generale).

Clicca qui per scaricare la brochure informativa