La nutraceutica è una scienza che studia i componenti o i principi attivi presenti negli alimenti, aventi una funzione positiva sulla salute. Si tratta nello specifico di una recente disciplina che indaga e raccoglie dati sperimentali su componenti presenti negli alimenti, per stabilirne i potenziali effetti benefici.

Il termine nutraceutico, un neologismo sincretico delle parole nutrizione e farmaceutico, è stato originariamente coniato dal medico Stephen De Felice al termine degli anni ‘80, che ha definito nutraceutico “un alimento o parte di un alimento che fornisce un beneficio per la salute”, evidenziando così, il peso dell’alimentazione sul benessere dell’individuo.

Questo concetto è stato proposto come un approccio moderno alla scienza dell’alimentazione, definendo il campo di applicazione come “oltre la dieta, prima del farmaco”.

Oggi, vengono definiti nutraceutici, quei prodotti di origine naturale, contenenti in forma concentrata sostanze presenti negli alimenti, quali componenti di piante, animali, microrganismi che sono stati isolati o purificati e che, se assunti nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata, favoriscono il mantenimento di uno stato di salute e di benessere.

DeFelice SL. The nutraceutical revolution: its impact on food industry R&D. Trends Food Sci Technol 1995; 6: 59–61.

Santini A, Novellino E. Nutraceuticals: beyond the diet before thedrugs. CurrBioactCompd 2014; 10: 1–12.